TENTÃ’ UCCIDERE FIGLIA, MADRE A PROCESSO CON RITO IMMEDIATO

Avrebbe tentato di uccidere sua figlia di soli tre anni, somministrandole dei farmaci con il biberon. Per questo una donna di 29 anni, di origine campana ma residente a Roma, è finita a processo con l'accusa di tentato omicidio. La vicenda risale al mese di dicembre 2016, quando la piccola era ricoverata in un ospedale capitolino. La bambina è stata comunque salvata dai medici. Finita in manette a gennaio, per l'imputata è stata disposta dal tribunale dei minori di Napoli la sospensione dell'esercizio della responsabilità genitoriale. Inoltre, sulla donna erano ricaduto anche il sospetto che potesse aver dato psicofarmaci anche alla figlia più piccola. Secondo l'accusa, la donna potrebbe aver somministrato i farmaci alla figlia per cercare di attirare l'attenzione su di sé. La prossima udienza, che si terrà davanti ai giudici della V sezione penale, si terrà il dieci gennaio.

condividi con: 
Condividi
condividi con Twitter
    Video (3)
  • Comunali, candidati sindaci presenti da Rutelli
    Loading....
  • Terrorismo, messaggio vocale Renzi anti "bufale": non fatevi fregare
    Loading....
  • Parigi, Papa: usare nome di Dio per giustificare è bestemmia
    Loading....
 
OMNIMILANO
OMNINAPOLI
TERRORISMO, COMMEMORATO PRISCO PALUMBO MEDAGLIA D’ORO AL VALORE CIVILE - FOTO 5 SUBIACO, VOLO 50 METRI IN DIRUPO DOPO INCIDENTE: 35ENNE SOCCORSO DA VVF-FOTO 1
Utente
Password
Ultim'ora
Più letti
mese
|
settimana
|
oggi
OMNIROMA
Servizi
Contatti
Annunci google